domenica 6 marzo 2016

riciclando tessuti...



























Questa tecnica è molto usata in Trentino per riutilizzare tessuti vecchi, piccoli scampoli, maglioni infeltriti , gugliate di lana...

Si parte da un tessuto robusto  in tinta unita che servirà da base...




Su cui si appoggiano , ricoprendo tutta la superficie, vari strati di scampoli e materiale di recupero




per ottenere un buon risultato gli strati devono essere diversi







Io mi sono fermata a sette ;-) la mia macchina da cucire , anche se fantastica, ha i suoi limiti!!
Facendo attenzione ho appoggiato sopra l'altro scampolo in tinta unita e, per non correre rischi,  ho imbastito con punti lunghi i vari strati




A questo punto ho iniziato a cucirli cercando di creare una fantasia geometrica, che vista la mia poca pazienza, ha ben poco di geometrico e nulla a vedere con la precisione;-), ma mi sono divertita




Il lavoro non è  grande, ma ci è voluto lo stesso parecchio tempo perché ma mano che cucivo i vari strati il tessuto diventava sempre più rigido e maneggiarlo sempre più scomodo
A questo punto sono passata al taglio...




e mi avrebbero fatto molto comodo un paio di forbici ben appuntite e taglienti, ma mi sono dovuta accontentare di quello che "passa il convento"




Tagliare i vari strati non è stato un gioco bisogna fare attenzione e nello stesso tempo metterci forza , probabilmente con un taglierino avrei fatto prima, ma avevo paura di farmi prendere dall'entusiasmo e di tagliare anche il tessuto di base!!




Anche questo passaggio è impegnativo ... le mie mani e la mia pazienza hanno detto basta ;-)
Manca l'ultimo passaggio che prevede un energico passaggio in lavatrice con tanto di centrifuga a 1000 giri che serve per mettere in mostra i vari strati e i colori
Poi sarà sufficiente rifilare le parti troppo sfilate e passare alle rifiniture...
Ma aspettiamo qualche ....giorno ;-)

2 commenti:

Claudia ha detto...

Bello! Vidi una cosa del genere qualche anno fa, ma con impunture regolari, a linee parallele.
Se lo trovo te lo passo.
Tagliando con un taglierino o una rotella per tessuti le tue povere manine faticherebbero meno?

Luisa Maccagnan ha detto...

Grazie Claudia, in Trentino fanno dei lavori meravigliosi anche molto grandi come tappeti e arazzi è una tecnica che mi ha sempre affascinato amo i lavori"non troppo leccati" e sopratutto mi piace riciclare
Certo con un taglierino avrei impiegato meno tempo e meno fatica, ma avevo paura di..tagliare troppo ;-)