mercoledì 4 giugno 2014

irrigazione goccia a goccia..fai da me ^^

Ogni tanto viene anche a me qualche idea utile!!
Sono un'estimatrice dei guanti di gomma... ma riesco a romperli con una facilità sorprendente!!
Sono persino diventata brava a ripararli, ma di questo ne parliamo un'altra volta ^_^
Quando infilati i guanti  mi ritrovo le mai bagnate per capire dov'è il buco li riempio d'acqua
E da qui l'idea "guanti mammella goccia a goccia"
L'idea iniziale si è evoluta con il tempo perché spesso i tagli e i buchi dei guanti erano troppo grandi e l'acqua fuoriusciva troppo in fretta



Adesso i miei guanti mammella hanno un'autonomia di 2 giorni!!
Sono perfetti quando parto per un fine settimana o per bagnare con delicatezza teneri germogli



Occorrente :
guanti usa e getta ( tipo chirurgo)
guanti spaiati da cucina
in alternativa
3 guanti usa e getta del supermercato( quelli per scegliere le verdure)
ago ed elastico

*I guanti spaiati di gomma sono super resistenti leggeri ed elastici , sono di recupero e..gratis , ne ho alcuni che utilizzo già da qualche anno
*I guanti tipo chirurgo sono molto elastici, leggeri , ma resistenti sono l'alternativa migliore si trovano in grosse confezioni in qualsiasi supermercato, hanno un costo basso e si posso riutilizzare più volte
*I guanti usa e getta del super hanno il grosso vantaggio di essere...gratis, ma sono poco resistenti e  non sono elastici, bisogna utilizzarne almeno 3 paia infilati uno nel'altro e non resistono a più utilizzi

Dunque prendete il vostro guanto lo riempite d'acqua lasciando vuoto qualche centimetro per poterlo chiudere bene con un elastico
Infilate un gancio nell'elastico , oppure potete appendere 2/3 guanti a degli  ometti , e li posizionate sopra i vasi da bagnare
Con un grosso ago appuntito ( non quelli da lana sono troppo grossi!!) bucate 1 o 2 volte, parte per parte, le dita dei guanti
Nel giro di qualche minuto vedrete formarsi le gocce ...che piano, piano  disseteranno le vostre preziose piante




5 commenti:

Helga ha detto...

Nooo, sei un fenomeno Luisa!!! Te ne inventi una nuova tutti i giorni, sei troppo forte!!!^__^
Un bacione, Helga

Helga ha detto...

Nooo, sei un fenomeno Luisa!!! Te ne inventi una nuova tutti i giorni, sei troppo forte!!!^__^
Un bacione, Helga

Luisa Maccagnan ha detto...

Ciao Helga..troppo buona , come state? qui ha iniziato a fare caldo..ho il balcone pieno di vespe, conosci qualche rimedio? un abbraccio, luisa

Helga ha detto...

Ciao, anche qui temperature africane. Mi immagino Milano....dev'essere duro....
Per le vespe: non sono esperta, ma prima di tutto cercherei di capire da che cosa sono attirate per poi eliminare proprio quello. Ho sentito dire che le vespe odiano l'odore di fumo di caffé. Nel senso: metti in un contenitore (che non prende fuoco:)) un po' di polvere di caffé, anche quello esaurito della mocca, e gli dai fuoco. Il fumo è molto intenso e manda via le vespe (dal vicino immagino, eheh). Non l'ho mai provato, fammi sapere se fuziona!!!
Bacione, a presto
Helga

Claudia ha detto...

Ma quante ne pensi!

Le vespe in genere non pungono, io ho pieno e non mi hanno mai dato fastidio.
So un rimedio ma le uccide.