domenica 8 giugno 2014

Tortino di foglie di zucchina






Grazie all'amica Claudia ho scoperto le foglie di zucchina
Le conoscevo, ovviamente, stanno riempiendo tutto l'orto ^_^, ma non le avevo mai considerate commestibili ...pungono!!
Invece sono state una piacevolissima sorpresa questo è stato il primo esperimento, ma troverò molti altri modi per utilizzarle
Munita di guanti e pelapatate ho sbucciato i gambi e poi le nervature delle foglie
Dei gambi...vi racconterò ^_^
Le foglie le ho lessate, ho unito l' "okara" ,rimasta dalla preparazione del latte di mandorle, e una manciata di olive nere snocciolate , ho regolato di sale e ho aggiunto un cucchiaino di zenzero tritato
Ho passato tutto con il frullatore
Come base della torta ho utilizzato della pasta sfoglia acquistata, ahi, ahi ...ma non avevo proprio tempo!!
Venti minuti in forno a 200° ed era già pronta da portare in tavola
E' piaciuta a tutti

5 commenti:

Claudia ha detto...

Buone, vero?
Però per pelarle non servono nè guanti nè pelapatate.
Raccogli le foglie più tenere.
Se guardi lo stelo vedi che all'interno è cavo.
Metti il pollice all'interno dello stelo e l'indice all'esterno, pieghi leggermente verso l'esterno. La polpa del gambo è tenera e si rompe, i fili pungenti invece no. Piano piano pieghi verso l'alto e sfili tutte le spinette, fino alle foglie. Ripeti per tutto il contorno del gambo. Se si spezzano puoi riprendere più avanti.
Non sapevo, potevo farti vedere di persona! ma... controlla la mail, prima o poi ti mando una sorpresa.

Luisa Maccagnan ha detto...

Come ti ripeto sempre :ti sottovaluti!!
Fritte devo ancora provarle, anch'io minestra e ne ho seccata qualcuna per il dado, ma ho ancora tempo nell'orto ce ne sono ancora...

Claudia ha detto...

Ah, fritte non le proverò mai, fosse anche solo perché mi pare troppo complicato! Ma le secco anche per la minestra, come il chenopodio. Unico problema mia mamma, che anche se non le dispiacciono (piacerle non le piacerà mai niente...) non vuole che le raccolga. Una lotta continua. Sai, l'orto è suo.

Luisa Maccagnan ha detto...

..vorrei provare giusto per curiosità ^_^, non avevo pensato a seccarle, AHHHH, se non ci fosse la Claudia!!
La tua mammina è proprio un bel tipetto..peperotto ^_^..l'orto sarà anche suo, già non mi piace questa precisazione :(, ma tu lo curi con tanto amore e bravura che dovrebbe lasciarti raccogliere anche l'intera pianta non solo qualche foglia!!!..le conta? ^__^

Claudia ha detto...

Se non ci fosse la Claudia... Ci sarebbe taaaanto spazio in più! Ahahah!

Poi l'idea di seccare le verdure non è mia, mi è venuta da Mirko.

Le zucchine... producono così poche zucchine che resta solo da contare le foglie!!!
Che poi a me piacerebbero più che le zucchine, se le potessi raccogliere a piacimento.

Prova a seccarle da sole (al di fuori del tuo fantastico dado)
Se ci si accontenta di seccare solo la lamina fogliare seccano in un attimo e si sbriciolano subito. Le venature ci impiegano di più.
Idea: potresti sbriciolare le foglie, che come dicevo sono veloci, a parte, e rimettere a seccare le coste per il dado, visto che è composto di verdure più difficili da ridurre in polvere.

Per usare le foglie seccate basta mettere 1-2 cucchiai di polvere per piatto e in un attimo hai un passato di verdura pronto.