mercoledì 27 agosto 2014

essiccando....dado & sale alle erbe


Ieri ho iniziato a polverizzare parte delle erbe essiccate per il mio dado
Di solito aspetto di averle tutte o quasi prima di mettermi all'opera, ma quando mi sono alzata e ho visto fuori dalla finestra il cielo plumbeo come nemmeno a novembre...beh mi sono detta trovati  un bel lavorino che rimetta in carreggiata l'umore !!
Preparo il mio dado, che poi è anche il mio sale, di anno in anno
Inizio presto, già in primavera, ad essiccare appendendo a piccoli mazzi  verdure ed erbe o tagliandole a piccoli pezzi per velocizzare l'operazione
Utilizzo tutte le erbe che l'orto e il balcone mi regalano, aggiungo anche spezie e alghe che acquisto nei negozi biologici, le dosi ovviamente cambiano con alcune verdure largheggio di altre aggiungo giusto una manciata  o un pizzico alla fine il risultato deve essere armonioso
L'anno scorso mi sono regalata l'essiccatore, un modello semplice..molto basic, che mai come in questa pazza estate mi è stato utile




Gli altri anni impiegavo molto tempo ad essiccare le verdure specialmente quelle più acquose , dovevo fare molta attenzione e rigirarle spesso cambiando i sacchetti (quelli del pane aperti) dove le appoggiavo ad asciugare, controllavo almeno una volta al giorno quelle appese e protette dalle zanzariere...la mia casa era  profumatissima, ma assomigliava molto al negozio del pizzicagnolo ^_^ o peggio all'antro di una fattucchiera !!


L'essiccatore non è certamente indispensabile, ma  mi ha semplificato la vita
Però per i "grandi raccolti! come quello del chenopodio mi sono ricordata dei metodi di mia nonna..



Il suo di metodo , in verità, era molto più bello da vedere ^_^ nel grande solaio appoggiava una lunga scala a pioli alla travatura sopra ad ogni piolo creava un vassoio con un cartone pesante e sopra al cartone appoggiati su teli frutta ed erbe da essiccare..e poi mazzi appesi alle travi e grappoli di uva "fragola" alle pareti, sul pavimento di legno riparate dalla paglia maturavano le mele e i cachi...con un profumo indimenticabile !!
Oramai sono pochissimi, anche in montagna, ad utilizzare i solai e le legnaie ;) per le provviste invernali
Tornando al mio dado credo di essere a buon punto ...questa è una piccola parte del mio raccolto!!





è arrivato il momento di cominciare a polverizzare le erbe per ridurre vasi e vasetti!!


..non vorrei che cadessero i ripiani!!
Purtroppo, per questo lavoro, ho un piccolo robot poco potente



e devo fare delle pause per non farlo surriscaldare troppo



Ma nonostante i tempi lunghi e le pause , pian pianino i vasi di verdure ed erbe essiccate  si stanno  svuotando e il mio dado sta rendendo..forma ^_^ non sembra un bellissimo quadro ?


Quando  le avrò  tutte macinate aggiungerò al peso totale il 10% di sale fino integrale per maggior sicurezza 
Una parte di queste erbe le utilizzo anche come sale "alle erbe"  e la percentuale di sale aggiunto sarà intorno al 20% , ma ne basta veramente un pizzico e i miei piatti acquistano un sapore completo, non solo, aggiungo anche tante vitamine e sali minerali!!
Ma che erbe, verdure, semi e spezie utilizzo?
Praticamente tutte con pochissime eccezioni

*Non utilizzo mai l'aglio..non mi piace!!
*Non utilizzo mai la patata essiccata diventa nera e..non mi piace!!
*Non utilizzo mai il prezzemolo 
Da sempre mia madre sostiene che va aggiunto solo alla fine della cottura e mia madre in cucina..ha sempre ragione ^_^

Ecco qui la lista..verdura più, spezia meno che ho messo nel sale preparato l'anno scorso  che sto attualmente utilizzando, purtroppo i miei appunti lasciano molto a desiderare sicuramente ho tralasciato qualche ingrediente!

Ingredienti:
**carote, topinambur, sedano coste e foglie, zucchine e zucca compresi i fiori, alloro, salvia, rosmarino, nepitella, timo, origano, maggiorana, coriandolo, equiseto, ortica, erba cipollina compresi i fiori, malva foglie e fiori, nepitella, perilla o shisso, enotera foglie e fiori,fiori e foglie di borragine, foglie di amaranto,crescione, silene, spinaci più varietà, verza, malva foglie e fiori, pepe nero e rosa,una manciata di fiori di camomilla, portulacca, verbena, foglie di senape,le foglie di barbabietola rossa,foglie di rapa, zenzero, le sommità dei finocchi, trifoglio rosso, chenopodio, una manciata di porcini, qualche pistillo di zafferano, curcuma, ginepro, foglie di fragola, alghe( arame,kombu,ecc.) ,radice di bardana..un pochino^^, qualche foglia di menta,qualche foglia di piantaggine e di ramolaccio, fiori di calendula, un pizzico di noce moscata e di cannella, semi di sesamo, dragoncello, un pugno di foglie di limoncina e qualche foglia di salvia ananas e sclarea...ecc...ecc...

Questo dado è diventato anche uno dei regali che i miei amici gradiscono tantissimo

Perciò..all'opera ^_^



8 commenti:

Claudia ha detto...

Quante cose! che brava! che pazienza! Hai provato con le foglie di aglio o di scalogno?

Io non faccio così fatica, perché non uso così tante erbe. Ogni volta raccolgo quello che ho a disposizione, faccio seccare e sbriciolo.
Non uso più il frullatore. Sbriciolo con le mani le erbe ben secche e passo la polvere da un colino sottile. Quello che avanza lo trituro col coltello e passo ancora al colino. Se sono ben secche in un paio di passate quasi tutto è ridotto a farina. Quello che avanza lo butto in pentola e ci faccio un "brodo".
Niente sale. Se serve lo metto al momento dell'uso, se non serve non lo metto. E NIENTE alghe!

Luisa Maccagnan ha detto...

..ma per piacere, detto da te che conosce il nome di tutte le piante!!
Non mi piace l'aglio, ma metto lo scalogno..sono buone anche le foglie? ecco vedi mi hai già aperto nuovi orizzonti ^_^
Fai un bel lavoro anche tu...queste mani... ci vorrebbero nuove
Perchè niente alghe? non sanno di pesce, che odio, ma di...mare, o non le puoi mangiare?

Claudia ha detto...

Non mi piacciono... sanno di mare, e anche di pesce!
Capisco che fanno bene, ma proprio non mi vanno.

Luisa Maccagnan ha detto...

le utilizzo in piccolissime dosi....si, il sapore è quello che è...

Claudia ha detto...

Però però... sai quanto posso essere antipatica. Torno alla carica.
Visto che tu secchi le varie verdure separate potresti provare separatamente con i vari tipi... sai che il sistema di tagliarle con il coltello a me pare davvero comodo ed efficace? Te lo dico dopo aver lottato per anni con i frullatori. Le verdure secche sono leggere e nel mixer volano in giro tritandosi poco.
Non dico di tagliarle con il coltello come si farebbe con una fetta di pane, ma col sistema del "coltello che cammina"
Prova a guardare questo cuoco che trita la cipolla, e in particolare dal minuto 2.50.
https://www.youtube.com/watch?v=FTeorCN6Fhw
Magari con quantità più piccole, essendo erbe secche e non cipolla fresca, alzando e spostando di pochissimo il coltello ad ogni ondulazione.
Secondo me... alternando sbriciolate grossolane e mano, passate attraverso il colino sottile di nylon, triturazioni con un solido coltello ben affilato e successive passate attraverso il colino... sono certa che potresti impiegare un decimo del tempo che impieghi con il frullatore.
Iaia l'impicciona

Luisa Maccagnan ha detto...

mamma mia, ma che bravo non è con il coltello!! per fare lo stesso lavoretto ci impiegherei un sacco di tempo... odio il sangue..specialmente il mio ^_^!!
Mauro mi ha comperato un piccolo tritatutto non è male è per le piccole quantità e devo tritare poche erbe alla volta, ma le sbriciolo un po già mentre le metto dentro e si velocizza il tutto e poi..non sono precisa come la tua mamma o te e non mi formalizzo se rimangono pezzetti più grandi...anche il colino sottile.. troppo , troppo ^_^

Claudia ha detto...

Ahah! esagerata, il sangue!
Dai, sono contenta se fai veloce.

Luisa Maccagnan ha detto...

sicuramente meno veloce del cuoco, ma sono maldestra meglio non rischiare ^^