martedì 14 febbraio 2017

le pantofole...riciclose ;)




Ho ancora nel cuore le pantofole che mia nonna e  mia madre  mi cucivano con amore...sono la sola fortunata?
Mia nonna era una vera esperta !! nella sua vita ha cucite un'infinità di pantofole
Con  pazienza e mani veloci sovrapponeva strato sopra strato per renderle calde e confortevoli, i materiali erano i più vari  tutto veniva riutilizzato!!
Certo i tempi sono cambiati e oggi come oggi al mercato si trovano tantissime pantofole  per pochi euro per non parlare dei negozi specializzati dove la scelta è infinita

C'è chi mi chiede: ma conviene cucirsele?
...assolutamente no, ma cosa c'entra??
Riciclare ed auto produrre è una pratica che va ben oltre la convenienza




Le pianelle fotografate  le ho finito di cucire ieri ... più che pantofole sembrano due porta aeree!!! Sono per mio figlio che non ha proprio il piedino di Cenerentola!! ma un bel 45 pianta larga ;)




Partiamo dal materiale che il più delle volte mi arriva  in regalo o scambio per pochissimi crediti e fin qui...conviene ^_^
Poi c'è la realizzazione che invece mi porta via parecchie ore... perché sono lenta, ma anche perché non sono pratica e succede sovente di dover disfare e ricominciare!!



Ho utilizzato le "maniche" di 3 golf infeltriti , le suole sono in triplo strato e la mascherina doppia, per renderle calde e confortevoli
Una volta non si poneva il problema se cucirsele conveniva...  non c'erano molte alternative!!
I soldi erano pochi e destinati all'acquisto di beni indispensabili
Specialmente nei paesi di montagna le pantofole erano  esclusivamente realizzate a mano e sempre con materiale di recupero...le suole , man mano che si consumavano, venivano rimpiazzate con altri strati di tessuto ricavati da abiti smessi o comunque di recupero ... la lana era un lusso!!




Mio padre mi raccontava che erano di mille colori e...spesso una diversa dall'altra ;) e i ragazzini si divertivano a "sciare" sui pavimenti di legno
Mia madre, anche lei nata in un piccolo paese di montagna, le sferruzzava a maglia e le rinforzava con suole extra ad uncinetto...dei piccoli capolavori
Da ragazzina tutte le mia amiche me le invidiavano e anche i miei figli ne erano molto orgogliosi: le loro pantofole erano uniche ...realizzata a mano  con amore... per piedini di principesse e principi !!



2 commenti:

Claudia ha detto...

La produzione di pantofole infeltrite è iniziata! Brava, vedrai che diventerai sempre più veloce.
Mia nonna faceva le babbucce ai ferri. Con la lana, ovviamente recuperata, ottenuta da golfini già tante volte lavorati e rilavorati.

Luisa Maccagnan ha detto...

Della serie brutte , ma comode, anche mia madre le realizzava in lana sia a maglia che ad uncinetto..i suoi erano dei veri capolavori!! anche con la lana vecchia riuscivano ad essere bellissime